Open Asset Real Estate Advisor

Nuovi trend e tools per il mercato immobiliare

Torna a Open Asset News

Nuovi trend e tools per il mercato immobiliare

Nuovi trend e tools per il mercato immobiliare

Le cose, come si usa dire, si stanno muovendo: ma vediamo in quale direzione.

Nel secondo trimestre 2017, il prodotto interno lordo italiano  ha  registrato la crescita tendenziale più alta degli ultimi sei anni (+1,5% rispetto al secondo trimestre2016).

Il valore aggiunto dell’industria  è aumentato nel secondo trimestre(+0,9% rispetto al trimestre precedente), registrando una ripresa rispetto al primo trimestre (Fonte Istat).

Il valore aggiunto delle costruzioni ha mantenuto la propria fase di stallo mentre quello dei servizi è aumentato guidato dalle attività immobiliari e professionali e di supporto alle imprese , molto supportato dalle nuove opportunità in fase di sviluppo nate dal web e dai nuovi strumenti offerti dai social e dai portali dedicati.

Dopo un lungo periodo  di rallentamento, sia l’inflazione sia l’indice del clima di fiducia di consumatori e imprese  hanno registrato un forte aumento, supportati dalle aspettative delle diminuzione della disoccupazione e dall’aumento del numero degli ordinativi.

Per quanto concerne il settore immobiliare, il mercato cresce anche se  l’Italia a livello europeo fatica a mantenere il passo di altri competitor, in quanto il Paese non è riuscito a sfruttare come altri le opportunità derivanti dal Quantitative Easing, dal basso prezzo del petrolio e dai tassi di interesse ai minimi storici (fonte Scenari Immobiliari).

Le prospettive per il 2018 sono  comunque viste in positivo.

Il mercato immobiliare nel suo complesso sta però evolvendo verso nuove formule e nuovi prodotti per superare le due crisi del 2007 e del 2010 e guarda sempre più verso il mondo dei servizi.

Sia Amazon ,con il servizio Hire a Realtor e Facebook con Dynamic ads for real estate, si stanno apprestando  a lanciare i loro primi tools dedicati  agli agenti immobiliari e agli acquirenti.

Come da tempo diciamo, il real estate sta percorrendo, con anni di ritardo, la strada iniziata dal mercato dell’automobile.

Vedremo con quali risultati, ma i presupposti e le nuove professionalità ci sono.

Massimo Guerrini

Settembre 2017